Come ogni anno, l’ultimo weekend di ottobre, si terrà ad Amsterdam, la Blender Conference e come ogni anno le novità proposte sono tante e molto interessanti.

Ma questa edizione è particolarmente sentita e attesa.

Tra i numerosi argomenti che verranno trattati infatti, ce ne sarà uno particolarmente interessante, che promette una vera e propria rivoluzione per ciò che riguarda le metodologie standard di modellazione e rendering.

 

Intanto ti dico subito che l’Architetto, il Progettista, il Designer, lavorando in sinergia con il Professionista del 3D, trarranno da questi nuovi sviluppi un importante aiuto pratico durante la fase di progettazione.

 

Prima di entrare nello specifico, consentimi però una brevissima introduzione…

Probabilmente saprai che tutto ciò che ruota attorno alla Computer Grafica 3D, i suoi sviluppi, le sue applicazioni, le sue opportunità, sono strettamente influenzate dal settore dei Video Game, in fortissima espansione in questi ultimi anni e sempre in prima linea quando si tratta di testare le novità in fatto di hardware e software.

In modo particolare negli ultimi anni questo settore, grazie a motori di rendering rivoluzionari, è stato in grado di proporre agli utenti qualità grafiche pazzesche pur mantenendo una velocità di rigenerazione delle immagini virtuali o frame, altrettanto pazzesca.

 

Arriviamo ora al punto…

Blender, con il rilascio della sua ultima versione 2.80, che dovrebbe avvenire nei primi mesi del prossimo anno, quindi 2018, ha implementato nei suoi algoritmi, questa nuova tecnologia.

Attualmente è ancora in versione di “beta testing”, ma nella prossima release, Blender, avrà integrato nel suo sistema, EEVEE, il nuovo motore di rendering in real time.

 

OK, è normale, a questo punto ti starai sicuramente chiedendo, “che cosa diavolo è EEVEE?”

EEVEE è il nome in codice di Extra Easy Virtual Environment Engine, in altre parole, la Blender Foundation ha sviluppato un nuovo motore di rendering in real time basato proprio sulla tecnologia utilizzata nei software di video game.

EEVEE implementerà per la creazione dei materiali realistici, i principi del PBR (Physically Based Rendering), attualmente di tendenza proprio nell’industria dell’intrattenimento video ludico e non solo, in grado di supportare una resa grafica di alto livello accoppiata ad una visualizzazione a video in tempo reale.

 

Dopo questa breve ma dovuta divagazione un pò tecnica sul motore di rendering in real time, vediamo come nel caso della rappresentazione architettonica virtuale e non solo, questa assoluta novità tecnologica, cambierà tantissimo il modo con cui il professionista del 3D e il Progettista lavoreranno insieme.

 

Ecco come…

Solitamente il workflow con il quale il professionista del 3D si interfaccia con l’Architetto o il Designer prevede che dopo la prima fase di modellazione il progettista esamini i modelli già ambientati nella scena per verificare che a grandi linee tutto sia a posto.

Questo normalmente avviene attraverso la condivisione video in remoto del progetto da parte del professionista del 3D, ad esempio tramite un collegamento Skype o mediante altre applicazioni web realizzate appositamente per tale scopo.

Successivamente, decisi i materiali da impiegare e la tipologia di illuminazione da utilizzare, al progettista vengono forniti i primi rendering, solitamente a bassa risoluzione per una verifica finale del risultato.

 

Qui entra il gioco la nuova tecnologia, il motore di rendering in real time…

Grazie a questo nuovo motore di rendering, EEVEE, in grado di eseguire calcoli in real time, il professionista del 3D sarà in grado di mostrare in tempo reale e in remoto all’Architetto o al Designer, il modello della struttura completo di materiali realistici e illuminazione della scena, il tutto immediatamente renderizzato nella finestra di lavoro del software.

 

L’Architetto o il Designer potranno così osservare il proprio progetto finito in tutte le sue parti, in tempo reale, mentre viene ruotato e avvicinato, ma soprattutto potranno chiedere modifiche al modello, ai materiali realistici, alle impostazioni delle fonti luminose e osservarne il risultato sempre in tempo reale.

 

Utilizzando questa metodologia di calcolo in real time, ne consegue che anche le Animazioni realistiche di ambienti sia interni che esterni, potranno essere terminate in tempi decisamente più ragionevoli.

Allo stesso modo servizi di Showreel e Virtual Tour potranno essere realizzati con maggiore velocità, permettendo al Professionista del 3D di concentrarsi con più intensità sul lato della creatività.

È senza dubbio un grosso passo avanti per il Professionista del 3D che potrà vedere drasticamente ridotti i lunghi tempi oggi necessari per la renderizzazione di scene 3D, soprattutto se restituite ad alte risoluzioni e particolarmente complesse.

Ma lo è anche per l’Architetto, il Designer e il Progettista il quale, grazie a questi nuovi motori di rendering in real time, oltre a poter visionare in tempo reale i propri progetti in tutte le loro caratteristiche, potranno fornire un servizio completo e più rapido ai propri clienti.

 

In base alle considerazioni fatte, possiamo quindi sintetizzare i vantaggi che questa nuova tecnologia apporterà, attraverso questi punti:

un migliore approccio alla gestione dei materiali e dell’illuminazione della scena per il Professionista del 3D che potrà inoltre disporre di un rendering finale pressoché immediato
la possibilità per Architetti, Designer e Progettisti di modificare materiali e luci in diretta seguendo la propria vena creativa e osservando in tempo reale i risultati
servizi come Animazioni, Showreel e Virtual Tour, basati sulla rigenerazione di fotogrammi, trarranno un beneficio non indifferente in quanto potranno essere gestiti in tempi notevolmente ridotti rispetto a quanto avviene oggi
il workflow con il quale il Professionista del 3D si interfaccia con l’Architetto, il Designer e il Progettista, beneficerà di importanti vantaggi in termini di qualità e velocità

 

Se vuoi interagire con me per domande ed approfondimenti su questi temi, scrivi qui sotto un tuo gradito commento.

 

Umberto Oldani
3D Technical Designer di Rendering Evolution Studio

Share on Facebook4Share on Google+0Tweet about this on Twitter1Share on LinkedIn14Pin on Pinterest0

<span>Post a comment</span>