Tecnologie_Innovative-Ologramma-01-Innovative-Rendering

Ripensare a quando gli Architetti progettavano e realizzavano le loro opere usando fogli di carta e matite, fa un certo effetto anche se forse per qualcuno, crea un senso di nostalgia… altro che Architectural Visualization fotorealistica!

Di passi avanti in questi anni ne sono stati fatti parecchi, prima con l’avvento della progettazione computerizzata via CAD, poi con i primi sistemi degni di nota nel campo della restituzione virtuale delle immagini (rendering).

L’innovazione del settore architettonico è così proseguita fino ad oggi quando, con l’avvento di macchine sempre più potenti e software 3D sempre più performanti, si è arrivati a creare immagini virtuali di livello fotografico e in molti casi, proprio non c’è differenza.

Tuttavia, a proposito di Architetti nostalgici, all’interno di Rendering Evolution Studio, ci capita saltuariamente di dover realizzare rendering “artistici”, soprattutto per ciò che concerne viste esterne, con un tratto più semplice e quindi più vicino alle origini delle rappresentazione architettoniche prospettiche, quasi come se fossero usciti da un sogno o da un dipinto.

Tecnologie_Innovative-Rendering-Artistico-01-Innovative-Rendering Tecnologie_Innovative-Rendering-Artistico-02-Innovative-Rendering

 

Come certamente saprai, le nuove frontiere offerte oggi dalla tecnologia in fatto di Architectural Visualization, prendono sempre più spunto dal “Gaming”, ovvero dal mondo dei video giochi dove la richiesta di prestazioni e qualità grafiche eccezionali, è sempre più diffusa e strumenti di realtà virtuale aumentata permettono di agire interattivamente con la scena 3D.

 

A tal proposito, puoi trovare esempi pratici sul funzionamento di queste tecnologie, in questo nostro articolo.

Tutto ciò rapportato al settore della visualizzazione architettonica, rappresenta per l’Architetto, il Designer o il Progettista, un notevole contributo a livello pratico soprattutto durante la fase di progettazione.

Parallelamente ci si sta muovendo, sempre prendendo come riferimento il settore del Gaming, verso innovativi motori di rendering in real time.

 

Ma una nuova frontiera, ancora più rivoluzionaria, potrebbe cambiare l’architettura…

Probabilmente la sentiamo ancora come una materia della fantascienza, ma Società come “Zebra Imaging” situata in Texas o l’australiana “Euclideon”, hanno già in produzione una tecnologia rivoluzionaria in grado di visualizzare strutture architettoniche utilizzando immagini olografiche.

Si tratta di un sistema di visualizzazione a campo luminoso, che utilizza trilioni di atomi di luce per creare dinamicamente rendering digitali di qualsiasi immagine tridimensionale che si possa immaginare, il tutto su un apposito tavolo di visualizzazione.

 

Gli Architetti potranno così interagire con modelli architettonici e città panoramiche, ingrandendo per vedere con precisione i minimi dettagli e ruotando per osservare gli edifici da una diversa prospettiva.

 

Il software che gestisce tutto il processo, è basato sul motore Unlimited Detail, un algoritmo 3D in grado di calcolare con estrema facilità una quantità incredibile di terabyte così come i computer che usiamo oggi gestiscono gigabyte di dati.

Ma la cosa forse più utile e pratica, è data dal fatto che questa tecnologia, evita di dover utilizzare una qualsiasi periferica, come ad esempio il visore da indossare per la realtà virtuale immersiva, al più servirà solamente un paio di occhiali leggeri a scorrimento per aiutare la tabella a capire come posizionare le immagini in modo appropriato.

 

Tecnologie_Innovative-Ologramma-02-Innovative-Rendering

 

Non é tutto…

Questo avanzato sistema di visualizzazione permette di creare un ambiente collaborativo per più visualizzatori all’interno del volume di visualizzazione del campo di luce.

 

In altre parole, a differenza di ciò che accade nella realtà virtuale aumentata dove un singolo individuo può interagire nella scena 3D, con questa tecnologia l’interazione con il modello virtuale disponibile sul tavolo di visualizzazione, è consentito a più visualizzatori nello stesso tempo che quindi possono fare scelte e considerazioni interagendo istantaneamente non solo con il modello, ma anche fra loro.

 

Una tecnologia che permette di restituire un’altissima qualità di informazioni tridimensionali, tale per cui allo spettatore, sembrerà di osservare il modello in modo davvero naturale.

 

Non sappiamo come e quanto la tecnologia evolverà in futuro, ma sicuramente assisteremo a visualizzazioni architettoniche generate dal computer in grado di imitare in modo talmente perfetto la realtà, che non saremo probabilmente più in grado di coglierne la differenza.

Siamo ad un punto della storia in cui il potere informatico disponibile nella Architectural Visualization, non solo ha raggiunto gli strumenti standard di progettazione, ma li ha superati.

 

Forse tra una decina o più d’anni, gli Architetti potranno progettare edifici attraverso software come quelli utilizzati da Tony Stark…

 

Se vuoi interagire con me per domande ed approfondimenti su questi temi, scrivi qui sotto un tuo gradito commento.

Umberto Oldani
3D Technical Designer di Rendering Evolution Studio

Share on Facebook3Share on Google+0Tweet about this on Twitter2Share on LinkedIn13Pin on Pinterest0

Post a comment